EasyReading. Il font pensato per le persone con dislessia

Qualche giorno fa, mio marito Andrea mi ha fatto scoprire che è stato messo sul mercato un font creato appositamente per persone con dislessia: EasyReading.

Il Font, creato dal designer torinese Federico Alfonsetti, è l’unico carattere tipografico ad alta leggibilità al mondo.

Da dove nasce l’idea? Osservando il figlio del suo migliore amico che aveva difficoltà nel fare i compiti perché dislessico, Alfonsetti ha deciso che bisognava fare qualcosa e così, chiedendo ai genitori di bambini con disturbi dell’apprendimento quali fossero i problemi più comuni, ha messo a punto un font ad hoc.

La particolarità di EasyReading è che nessuna lettera è uguale ad un’altra.

Sul sito ufficiale si legge: “Lo specifico design delle lettere con grazie dedicate, utili a prevenire lo scambio percettivo tra lettere simili per forma, ha permesso di determinare ampi spazi calibrati che contrastano l’effetto affollamento percettivo (crowding effect) dando così maggior respiro alla lettura.”

Volendo fare un po’ di numeri, il 2,1% dei bambini ha disturbi d’apprendimento. A metà dello scorso anno il MIUR ha fatto sapere che, a seguito di un censimento, nella scuola italiana si contano 186.803 alunni con Dsa ((dilessia, discalculia, disortografia).

Con i dati alla mano non è quindi strano constatare che questo carattere tipografico è già utilizzato in molti libri e siti internet ed è adottato da numerose scuole, enti pubblici e associazioni. Il Museo del Cinema di Torino, all’ avanguardia per la fruibilità dei suoi contenuti, ha adottato EasyReading per la scrittura di tutti i testi al suo interno.

Dopo numerose ricerche e riconoscimenti, ora il Font si prepara ad essere esportato in tutto il mondo dove, secondo recenti stime, si contano circa 700 milioni di persone dislessiche.

Se volete approfondire l’argomento:

http://www.easyreading.it/it/

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.