Consigli di Stile: Intervista alla Personal Shopper Elisa Crisostomi

CosamimettooggiAlzi la mano la donna che davanti all’ armadio non ha mai pronunciato la famosa frase: “Ma cosa mi metto???” seguita da continui cambi d’abito e facce insoddisfatte davanti allo specchio. Sono quindi molto contenta di avere la possibilità di intervistare oggi una bravissima personal shopper romana: Elisa Crisostomi, proprietaria e fondatrice dell’ agenzia “Cosamimettooggi”.
In un mondo pieno di orrori di moda, dove è facile vedere accostamenti improbabili, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di attingere dai consigli di chi se ne intende.

Benvenuta Elisa! Prima di iniziare, chiariamo, per i pochi che non lo sanno, di cosa si occupa un personal shopper e quali sono i servizi offerti.
La professione del Personal Shopper nasce nel Nord America alla fine degli anni 80, è una figura preparata per aiutare e consigliare in maniera imparziale nell’acquisto di oggetti o di abbigliamento. Accompagna i clienti per negozi selezionando quello che meglio si adatta al loro budget e al loro gusto, è sempre aggiornato sulle ultime tendenze e ha una grande passione per lo shopping.
La nostra agenzia “Cosamimettooggi” offre un’ampia gamma di servizi legati all’immagine, i servizi più richiesti tuttavia sono:
Consulenza d’immagine e styling del guardaroba: E’ una sessione di almeno quattro ore dove si analizzano i colori personali e la palette cromatica ideale, il volto, la figura, si creano insieme nuovi outfit e alla fine del servizio realizziamo p un book personalizzato per ogni cliente contenente tutti i consigli, suggeriamo di considerarlo il proprio quaderno di stile e di continuare a riempirlo nel tempo.
Shopping Tour: percorsi di shopping creati su misura per ogni cliente, in base ai gusti e alle necessità di acquisto: dalle boutique di lusso ai negozi vintage, dai nuovi talenti ai marchi storici.

Come hai deciso di fare questo lavoro?
Il mio sogno è sempre stato quello di lavorare nella moda, mia mamma era sarta per cui sono cresciuta in mezzo a ritagli di stoffa e ai cartamodelli, per un po’ ho fatto altro, poi un viaggio a New York mi ha fatto conoscere questa splendida professione e ho deciso che doveva essere il mio lavoro. Ho frequentato corsi di Consulenza di Immagine, un master in Comunicazione Moda, ho creato il sito internet e così è iniziata questa avventura.

Come si svolge una tua giornata di lavoro?
Ogni giornata è sempre diversa, in linea di massima è necessaria molta organizzazione; la priorità sono i clienti a cui cerchiamo di fornire la massima disponibilità in base alle loro esigenze, spesso prima di un appuntamento offriamo un primo incontro gratuito per conoscersi davanti a un caffè e capire se c’è interesse verso i nostri servizi. Molto tempo è necessario per visitare i negozi ed essere sempre aggiornati sulle nuove collezioni; è nostra abitudine visitare prima le boutique in cui intendiamo accompagnare i clienti per verificare che ci siano articoli e taglie. Altro tempo ancora è necessario per curare e aggiornare blog e social, rispondere alle e-mail di potenziali clienti o negozi, fare attività di PR, aggiornarsi sulle tendenze leggendo magazine e guardando sfilate, e molto altro, in ogni caso è un lavoro splendido se fatto con passione.

Come riesci ad essere sempre al passo con la moda?
La scuola di moda ci ha insegnato che le sfilate devono essere la primaria fonte di informazione per gli addetti ai lavori, in questo l’applicazione style.com è di grande aiuto, trasmette in tempo reale tutte le sfilate e ti permette di vederle in ogni momento. Nella nostra era abbiamo tantissimi strumenti: da riviste come Vogue, Interview Magazine, W Magazine, a Street Style Blog come Sartorialist. Pinterest è uno strumento fantastico permette di creare e consultare bacheche fotografiche a tema, o ancora magazine di settore come Fashionmagazine che ti permettono di stare al passo con i cambi di poltrona dei direttori creativi delle grandi case di moda.
Il mio punto di vista è che quando ami la moda la trovi ovunque: dalle blogger che costruiscono i loro outfit perfetti agli editoriali di moda, dall’eleganza inconsapevole di un uomo in metro a quella delle signore romane vestite di tutto punto per andare al mercato.

Hai da raccontarci un divertente aneddoto lavorativo?
Senza raccontare nulla di troppo personale una cosa che accade spesso e che mi fa sempre sorridere é notare che le persone acquistano abiti in serie, a volte perché si innamorano di un modello o di un colore e lo acquistano ripetute volte, altre volte semplicemente perché avendo molte cose dimenticano di avere un capo nel guardaroba e lo comprano identico!

Ti capita mai di perdere la pazienza con quelle clienti che sono eternamente indecise?
Diciamo che a volte può non essere così semplice, tuttavia la pazienza è un requisito fondamentale per svolgere questo lavoro, la maggior parte delle persone che si rivolgono a un consulente per curare la propria immagine si fidano della sua professionalità, da parte nostra cerchiamo sempre di spiegare perché la silhouette di un abito funziona oppure no o perché una sfumatura mette in risalto il volto mentre un’altra i difetti. La scelta finale in ogni caso resta al cliente e a volte in effetti è capitato di aver girato a lungo per negozi senza acquistare nulla, in questi casi la professionalità e il buon senso devono avere la meglio!

Cosa non deve mai mancare nel nostro armadio?
Una sola cosa? Spero di no perché non saprei scegliere! Questa è la lista degli “immancabili” che fornisco alle mie clienti; sono capi che non passano mai di moda e se mixati con gli accessori giusti rendono trendy ogni look:
Vestitino nero, little black dress come insegna Madame Chanel
Camicia da uomo bianca
Cardigan o dolcevita in cachemire
Trench
Jeans skinny
Ballerine
Décolté a tacco alto
Una bella borsa (anzi almeno due: grande per il giorno e clutch per la sera)
Sottoveste in seta
T-Shirt oversize bianca e canotte
Pantalone maschile
Chiodo in pelle
Tailleur
Gonna a matita
Foulard in seta

Molti pensano che per essere alla moda sia necessario spendere molto. E’ davvero così?
Non necessariamente, molte persone che spendono molto nell’abbigliamento non hanno uno stile personale, il mio consiglio è di spendere nel modo giusto; innanzitutto investire sulla qualità piuttosto che sulla quantità, se scelti con cura alcuni capi non passano mai di moda, per questo è bene scegliere negli abiti tessuti e rifiniture di qualità. Borsa, cappotto e scarpe sono i capi che attirano principalmente l’attenzione per cui è bene sceglierne di pazzeschi. Vi svelo un segreto: ogni volta che volete acquistare un abito pensate a tre modi in cui potete abbinarlo, se non ci riuscite non lo acquistate, fate la stessa cosa ogni volta che un capo non vi convince, annotate quello che risparmierete e vedrete che presto potrete permettervi quella borsa favolosa.
Un altro modo per avere un look originale senza spendere una fortuna è frequentare mercati vintage, si scovano accessori davvero chic e abiti in tessuti pregiati.

Cosa consiglieresti ad una donna che ha appena partorito e non vuole rinunciare alla sua femminilità se pur con qualche chilo di troppo?
La sicurezza di sé spesso è il miglior elisir di bellezza, il consiglio che mi sento di dare a tutte le donne mamme comprese è quello di non pensare troppo ai difetti, tutti ne abbiamo; piuttosto è bene mettere in evidenza e valorizzare le parti del nostro corpo che ci piacciono di più. Una mamma che allatta per esempio avrà sicuramente uno splendido seno, perché non metterlo in risalto con una bella scollatura. Un’abitudine da evitare è quella di voler entrare a tutti i costi in abiti troppo piccoli o di nascondersi in abiti troppo ampi; specie in questo periodo in cui il corpo cambia è consigliabile acquistare abiti della giusta taglia che possano accarezzare il corpo senza “strizzarlo”.

Spesso molte mamme non possono dedicare più molto tempo alla cura della loro persona. C’è un trucco utile per apparire fashion in poche e veloci mosse?
Credo che se pur mamma ogni donna abbia bisogno di concedersi un’ora di tempo per se, il mio consiglio è quello di curare la pelle, struccarla sempre e idratarla – apparirà più bella anche senza troppo trucco, tagliare i capelli una volta al mese – cresceranno più forti, manicure semplice – i quadri di Picasso sulle unghie richiedono tempo e non sono per niente necessari, munirsi di ballerine – con le carrozzine i tacchi è meglio lasciarli a casa, quantomeno per le lunghe passeggiate, con le ballerine abbinare jeans skinny e bluse morbide o abiti anni 50 al ginocchio che accarezzano le forme, puntare su alcuni accessori colorati e di impatto.

Quali sono gli errori più comuni in fatto di stile?
Credo che l’errore più comune sia quello di non soffermarsi a pensare a quali colori e quali tagli donano maggiormente alla nostra figura, spesso si indossano abiti soltanto perché di tendenza senza che siano in armonia con il proprio fisico e le proprie forme. Questa stagione le stampe floreali sono di tendenza ma difficilmente doneranno a una corporatura robusta, così come tacchi alti 12 cm difficilmente doneranno a una persona molto bassa. Un altro errore comune è quello di mixare troppi capi eccentrici tra di loro, a volte è bene ricordare che in fatto di stile “less is more”.

C’è un ingrediente segreto da portare sempre in borsa?
Ok sta volta ne scelgo uno soltanto: lucidalabbra, le labbra devono essere morbide e perfette, sono la prima cosa che guarda un uomo … o la seconda…

Ci consigli un comodo outfit per una sera speciale?
Molto dipenderà dal luogo e dall’occasione, una minigonna inguinale di solito non è adatta per cena e cinema.
Un look sempre cool e adatto in pratica a qualsiasi occasione: un paio di jeans non importa se skinny,
boyfriend o i vecchi 501 l’importante è che vi stiano da favola, tronchetti o décolté con i tacchi ma che vi permettano di camminare, un morbido top in seta che lasci intravedere il décolté, giacca di pelle o blazer rigorosamente con le maniche tirate fin sui gomiti, anello da cocktail e la borsa favolosa che avrete acquistato risparmiando su acquisti poco utili.

Esiste un rituale di bellezza al quale non ci si può sottrarre per apparire al meglio?
La ceretta prima di tutto ma spero non sia necessario dirlo, vero? Curare la pelle, il viso che avremo a 50 anni sarà frutto di quello che abbiamo fatto dai 20 ai 40, una pulizia del viso e un trattamento adatto alla nostra pelle costano sicuramente molto meno di trattamenti chirurgici che rendono le donne tutte uguali.

Visto che ormai il caldo è alle porte, devo assolutamente chiederti quali sono i “Must-Have” della prossima estate.
Delle stampe floreali abbiamo già parlato, vanno gestite in piccole dosi.
Il tailleur bianco o panna portato a pelle
I jeans modello boyfriend tagliuzzati in vari punti
La gonna plissé midi, questo è uno di quei trend che mi rende felice, l’abbiamo trovata in passerella dallo scorso inverno, finalmente c’è un ritorno all’eleganza di altri tempi, quella non ostentata che rende sensuale una donna senza per forza mostrare tutto, si porta con t-shirt e sneacker o con décolleté e clutch.
Dettagli navy, ogni estate non é tale senza qualcosa in bianco e blu.
Borse ironiche.
Di grande effetto sono i look color blocking, colori contrapposti senza alcuna scala nelle sfumature, come nei quadri di Mondrian.

Elisa, cosa dire ancora se non che a nome della redazione di paroladimamma.net ti ringraziamo per averci dato queste perle di saggezza fashion e speriamo di averti fatto divertire un po’.

Per saperne di più e conoscere i servizi offerti da “Cosamimettooggi” potete visitare il sito www.cosamimettooggi.com

N.d.A Pubblicato anche sul sito paroladimamma.net

 

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.